sabato 20 ottobre 2007

Una truffa allo stato...

SONO ALLA RICERCA DI UN MAGISTRATO CHE ABBIA VOGLIA DI FAR CHIAREZZA SU UNA TRUFFA ALLO STATO PER DIVERSI MILIONI DI EURO.

A TORINO NESSUNO E' RIUSCITO AD APPLICARE LA LEGGE.

PRECISO CHE HO DOCUMENTI CHE DIMOSTRANO IL REATO 640 BIS: "Truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche".

SONO DISPOSTO A SOSTENERE LE RELATIVE SPESE.

SI PARLA DI COMBATTERE L'EVASIONE FISCALE E POI QUANDO SI TROVA QUELLA SCOMODA SI FA FINTA DI NIENTE.
E' NORMALE ?

SE E' NORMALE, PERCHE' DOBBIAMO PAGARE L'ICI E LE VARIE TASSE , VISTO CHE QUEI CONTRIBUTI VANNO SOLO A PERSONE CHE LI SPENDONO PER I PROPRI DIVERTIMENTI ?

Angelo Boscarato

9 commenti:

Anonimo ha detto...

ciao Angelo,
non puoi raccontarci qualcosa in più così ci aiuti a capire?

ciao

Angelo Boscarato ha detto...

ciao,
si tratta di finanziamenti pubblici (ovvero di tutti noi) che sono stati erogati a favore di un impresario edile senza averne il diritto, ma semplicemente modificando/falsificando documenti con la complicità di un comune in provincia di Torino.

un'italiana ha detto...

ciao angelo,
da quello che scrivi non si riesce a capire molto di più.
ma perchè dici che cerchi un magistrato? perchè non puoi farlo nella tua zona? cosa ti ferma? non puoi rivolgerti alle forze dell'ordine competenti? se sai tutte queste cose, e credo che tu abbia anche delle documentazioni (a meno che tu sia un pazzo a parlare senza catra), vuoi forse dire che nessuno ti ascolta?
magari se ci aiuti a capire meglio...

Anonimo ha detto...

sono con te....l'italia è marcia grazie a questa gente!!!!

Riccardo ha detto...

Angelo, presentati ad un comando della Guardia di Finanza e fai una denuncia.
Non credo che possano ignorarti.

Ciao,
Riccardo

Angelo Boscarato ha detto...

Ciao Riccardo,
non ci crederai, ma l'ho fatto e, dopo 4 ore passate a denunciare ogni singolo fatto supportato da documenti, mi è stato detto che forse era meglio lasciar perdere...e così ho perso non solo 4 ore della mia vita, ma pure fiducia nella finanza.
e io mi chiedo: oltre alla finanza adesso cosa mi rimane?

marius ha detto...

una denuncia presentata direttamente alla Procura della Repubblica.
con la narrazione anche di quanto accaduto all'interno della caserma della Finanza.
ciò per due motivi: intanto potrebbero essere ravvisati estremi di reato anche a carico dei finanzieri che hanno sconsigliato di procedere e poi perché in tal modo il PM non delegherà le indagini al Corpo di Finanza, ma ad altri ufficiali di polizia giudiziaria.
si consiglia sul punto di sollecitare il PM a svolgere personalmente le indagini, visti i fatti accaduti all'interno della caserma della finanza.
disponibile x altri dubbi

Angelo Boscarato ha detto...

buongiorno marius,

grazie per il consiglio , ma purtroppo sono ignorante in materia.

Come posso fare ?
Avrei bisogno di qualche istruzione.
Di denunce ne ho già fatte ma (da tre anni circa) non ho avuto notizia.
Ho diversa documentazione per dimostrare i reati oltre a due persone in regione e una in comune pronte a testimoniare le truffe che sembrano andare avanti da diversi anni.

Saluti angelo boscarato

marius ha detto...

a meno che lei non sia la persona offesa di questi reati, non ha il diritto di essere avvisato in caso di archiviazione, né in caso di termine delle indagini preliminari in altro senso.
potrebbe comunque provare a fare una ricerca al registro generale della Procura, fornendo i dati delle denunce presentate. non le assicuro sul punto, ma potrebbe venire a conoscenza della pendenza o meno del procedimento, del PM titolare delle indagini e del numero di ruolo generale.
con queste informazioni potrebbe recarsi presso la segreteria del PM competente ed informarsi sull'orario di ricevimento dello stesso, al fine di conferire direttamente col magistrato ed esporgli tutto quanto...

spero di esserle stato utile.